X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Giovedì, 28 ottobre 2021 - Aggiornato alle 6.00

IMPRESA

Indici di allerta della crisi differenziati in base alle dimensioni aziendali

In base al DLgs. n. 14/2019 gli assetti organizzativi, amministrativi e contabili devono essere coerenti con natura e grandezza dell’impresa

/ Fabrizio BAVA e Alain DEVALLE

Mercoledì, 27 marzo 2019

x
STAMPA

download PDF download PDF

“L’imprenditore, che operi in forma societaria o collettiva, ha il dovere di istituire un assetto organizzativo, amministrativo e contabile adeguato alla natura e alle dimensioni dell’impresa, anche in funzione della rilevazione tempestiva della crisi dell’impresa e della perdita della continuità aziendale, nonché di attivarsi senza indugio per l’adozione e l’attuazione di uno degli strumenti previsti dall’ordinamento per il superamento della crisi e il recupero della continuità aziendale”. Così recita l’art. 2086 comma 2 c.c. – Gestione dell’impresa – inserito dal DLgs. 14/2019 e in vigore dal 16 marzo.
Tale modifica normativa rappresenta certamente una rivoluzione innanzitutto culturale a cui gli “imprenditori” dovranno

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU