X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Martedì, 7 dicembre 2021 - Aggiornato alle 6.00

PROFESSIONI

Ministero della Giustizia contrario alle cessioni d’azienda ai commercialisti

L’Ufficio legislativo di via Arenula esprime parere negativo su entrambe le ipotesi al vaglio della Commissione Finanze

/ Savino GALLO

Venerdì, 5 aprile 2019

x
STAMPA

download PDF download PDF

Il Ministero della Giustizia frena sulle cessioni di azienda a commercialisti e avvocati. Nella giornata di ieri, esprimendosi sulla proposta di legge recante disposizioni per la semplificazione fiscale (C. 1074), l’Ufficio legislativo di via Arenula ha fornito parere contrario sia sull’emendamento (18.017) a firma Carla Ruocco (relatrice del provvedimento), che includeva commercialisti e avvocati tra i soggetti abilitati ad autenticare e depositare gli atti di cessione e affitto d’azienda, sia sul subemendamento (18.017.1) depositato dalla Lega, che restringeva il campo alle sole cessioni di ditte individuali, affidando però alle due professioni il ruolo di pubblico ufficiale nel compimento di tale attività.

Nel motivare il suo parere contrario, l’Ufficio spiega che, ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU