X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Lunedì, 26 agosto 2019 - Aggiornato alle 6.00

IL PUNTO / TUTELA DEL PATRIMONIO

Polizze «unit linked» in cerca di certezze

Le più recenti decisioni non sciolgono i dubbi sulla natura previdenziale o finanziaria delle assicurazioni del ramo III

/ Cecilia PASQUALE

Venerdì, 12 aprile 2019

La possibilità di qualificare le polizze “unit linked” come assicurazioni aventi natura previdenziale è controversa tra gli interpreti (si veda “Polizze unit linked nulle se manca il rischio demografico” del 20 marzo 2019).

Gli esiti applicativi del riconoscimento della natura previdenziale sono significativi: alle assicurazioni, infatti, si applica l’art. 1923 c.c., che prevede l’impignorabilità e l’insequestrabilità delle somme dovute dall’assicuratore; inoltre, le indennità spettanti agli eredi in qualità di beneficiari di assicurazioni sono esenti dall’imposta di successione (art. 12 comma 1 lett. c del DLgs. 346/90). Infine, le polizze consentono il c.d. tax deferral (ossia il differimento della tassazione al momento del riscatto totale

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU