X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Mercoledì, 16 ottobre 2019 - Aggiornato alle 6.00

INIZIATIVE DI CATEGORIA

Terzo settore, intesa tra Ordini e CSV delle Marche

/ REDAZIONE

Mercoledì, 22 maggio 2019

Sviluppare un rapporto di collaborazione, anche attraverso gruppi di lavoro dedicati, per organizzare iniziative di formazione e informazione in materia di Terzo settore, individuare le migliori procedure per l’esercizio di attività di autocontrollo e avanzare proposte, sulla base delle esperienze e delle criticità riscontrate sul territorio, per la predisposizione di linee guida di comportamento o di documenti contenenti le best practice nelle aree di comune interesse.

Con questi obiettivi, l’unione regionale degli Ordini delle Marche ha siglato una convenzione con CSV Marche, sezione locale di CSVnet (Associazione nazionale dei Centri servizio per il volontariato) con cui negli scorsi mesi il Consiglio nazionale di categoria aveva sottoscritto un protocollo d’intesa.

A sottoscrivere l’accordo Carlo Cantalamessa, Presidente dell’ODCEC di Ascoli Piceno e dell’Unione regionale degli Ordini, e Simone Bucchi, numero uno del CSV Marche, nel corso di una conferenza stampa che ha visto la partecipazione, tra gli altri, di Maurizio Postal, Consigliere del CNDCEC con delega al Terzo settore, e Roberto Museo, Direttore nazionale CSVnet.

L’accordo avrà durata biennale, con possibilità di rinnovo e, secondo i commercialisti marchigiani, è ancor più rilevante alla luce della recente riforma del Terzo settore, che potrebbe creare opportunità anche per i rappresentanti della categoria, a cui però sono richieste più specifiche competenze in materia.

In questa ottica, l’Ordine di Ascoli Piceno, in collaborazione con l’Istituto per il Governo societario e la Fondazione Cassa di risparmio di Ascoli Piceno, ha organizzato un convegno dedicato a “La gestione delle associazioni e società sportive dilettantistiche”.

L’evento è in programma per il prossimo 29 maggio, presso l’Auditorium “Neroni” (Rua del Cassero) della città marchigiana e sarà aperto dai saluti di Angelo Davide Galeati, Presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Ascoli Piceno, Carlo Cantalamessa, Presidente del locale ODCEC, e Giorgio Luchetta, Consigliere del CNDCEC e componente del Consiglio direttivo dell’Istituto per il Governo societario.

A seguire, gli interventi di Rossana Ciuffetti, Direttrice della Scuola dello sport del CONI, e Maurizio Falcioni, Vicepresidente dell’ODCEC di Rimini e membro del tavolo di lavoro congiunto CONI/CNDCEC, che precederanno le relazioni tematiche incentrate su costituzione, regole e organi delle società sportive dilettantistiche, gestione e agevolazioni, contabilità e bilancio e rapporti di lavoro.

Ne parleranno Alvio La Face, Segretario del Collegio di garanzia del CONI, Paolo Moretti, Presidente dell’Istituto per il Governo societario, Giuliano Sanibaldi, membro del tavolo di lavoro CONI/CNDCEC, e Fabio Romei, docente della Scuola dello sport del CONI.

TORNA SU