X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Lunedì, 16 settembre 2019 - Aggiornato alle 6.00

LAVORO & PREVIDENZA

La rinuncia al Rdc disattiva la carta acquisti

L’istanza è valida per tutto il nucleo familiare e non sono utilizzabili gli eventuali importi residui ancora presenti sulla carta

/ Elisa TOMBARI

Venerdì, 12 luglio 2019

In assenza di un’espressa regolamentazione da parte del DL 4/2019 convertito, con il messaggio n. 2662 pubblicato ieri, l’INPS ha fornito le indicazioni operative necessarie per la presentazione di istanze di rinuncia al reddito di cittadinanza (Rdc).

Il beneficio in questione viene riconosciuto dall’INPS ai soggetti in possesso di una serie di requisiti ed è richiedibile, a partire dal 6 marzo scorso, presso tutti gli uffici postali in modalità cartacea, telematicamente, sul sito www.redditodicittadinanza.gov.it utilizzando le credenziali SPID, presso i Patronati o i CAF. Le modalità di accesso alla misura in esame sono state disciplinate in prima battuta dalla circolare INPS n. 43/2019 e, da ultimo, dalla circolare n. 100/2019 (si veda “Immobili all’estero da ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU