X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Lunedì, 23 settembre 2019 - Aggiornato alle 6.00

LAVORO & PREVIDENZA

Maggiori, ma limitate, tutele per i rider

Con il DL approvato ieri il Governo appronta alcune tutele per i ciclofattorini, senza sciogliere però le questioni di qualificazione del loro rapporto di lavoro

/ Luca NEGRINI

Mercoledì, 7 agosto 2019

Dopo una lunga attesa, tenuto conto che è dall’inizio della legislatura che si parla di norme a tutela dei rider, il Governo ha scelto lo strumento della decretazione d’urgenza per intervenire sulla materia, inserendo alcune nuove disposizioni nel DLgs. 81/2015 con il decreto legge approvato ieri dal Consiglio dei Ministri e in attesa di pubblicazione, che si occupa di tutela del lavoro e di crisi aziendali.

Sulla base di una bozza del testo circolata, una parte del decreto è dedicata alla risoluzione delle crisi aziendali e contiene alcune norme che dovrebbero servire per specifiche situazioni di crisi, tra cui quella della Whirlpool di Napoli e della Blutec di Termini Imerese. L’altra parte del provvedimento approvato ieri riguarda tutti gli iscritti alla Gestione separata

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU