X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Giovedì, 9 aprile 2020 - Aggiornato alle 11.18

FISCO

Spese legali per processi penali dell’amministratore non deducibili

Qualificate come spese occasionali, la Cassazione attesta il difetto del requisito dell’inerenza

/ Alice BOANO

Mercoledì, 7 agosto 2019

Il costo relativo alle spese per la difesa penale del presidente e amministratore della società difetta del requisito dell’inerenza e, pertanto, non essendo qualificabile come costo di operazioni sociali legittime o rientranti nell’oggetto sociale, non può essere riconosciuto il diritto alla detrazione dell’IVA.
A ribadirlo è la Corte di Cassazione, con la sentenza n. 20945 di ieri.

Dibattuta, nella vicenda in commento, la detraibilità dell’IVA connessa ai compensi per prestazioni legali rese per l’assistenza del Presidente e amministratore delegato pro tempore della società, coinvolto in alcuni procedimenti penali.

Parte privata si difendeva sottolineando che l’attività professionale oggetto delle fatture contestate riguardasse procedimenti penali instaurati ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU