X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Mercoledì, 15 luglio 2020 - Aggiornato alle 6.00

CONTABILITÀ

Lo sconto sul corrispettivo si contabilizza in anticipo

Sembra possibile utilizzare il credito d’imposta già nell’esercizio di sostenimento della spesa

/ Silvia LATORRACA

Lunedì, 30 settembre 2019

x
STAMPA

download PDF download PDF

I soggetti che hanno diritto alla detrazione IRPEF/IRES per gli interventi di riqualificazione energetica ex art. 1 commi 344-349 della L. 296/2006 possono fruire in modo diretto dell’agevolazione, portando il relativo importo (suddiviso in 10 rate annuali) in detrazione dall’imposta lorda. In alternativa, l’art. 14 del DL 63/2013 (conv. L. 90/2013) consente di fruire dell’agevolazione mediante:
- la cessione del credito corrispondente alla detrazione (commi 2-ter e 2-sexies);
- l’opzione per un contributo di ammontare pari alla detrazione, sotto forma di sconto sul corrispettivo (comma 3.1, inserito dal DL 34/2019, conv. L. 58/2019).

Fermo restando che lo sconto può essere applicato soltanto dai fornitori che hanno effettuato gli interventi agevolabili, mentre il

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU