X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Giovedì, 21 novembre 2019 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Divisione ereditaria con natura traslativa

La Cassazione ha recentemente rivisto il proprio orientamento sulla natura dichiarativa dell’atto di scioglimento della comunione ereditaria

/ Cecilia PASQUALE

Martedì, 15 ottobre 2019

Con la sentenza a Sezioni Unite 25021/2019, la Corte di Cassazione ha radicalmente mutato il proprio orientamento in tema di natura della divisione ereditaria, qualificata come atto avente natura dichiarativa dalla giurisprudenza precedente (si vedano, ad esempio Cass. nn. 20736/2019, 7604/2018 e 7231/2006).

L’occasione per questo revirement è fornita dalla rimessione alle Sezioni Unite della questione se possa applicarsi all’atto di scioglimento della comunione ereditaria la disciplina sugli atti aventi a oggetto immobili abusivi, per i quali è comminata la nullità. Avverso gli abusi edilizi, infatti, l’ordinamento predispone, oltre a sanzioni penali e amministrative, anche la sanzione civile della non negoziabilità con atti tra vivi dei diritti reali relativi all’immobile

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU