X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Sabato, 15 agosto 2020 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Chi scioglie la donazione per mutuo dissenso non perde il bonus prima casa

In base alla precisazioni fornite dall’Agenzia delle Entrate, le condizioni vanno verificate al momento dell’atto

/ Anita MAURO

Mercoledì, 30 ottobre 2019

x
STAMPA

download PDF download PDF

Non perde l’agevolazione prima casa il contribuente che, anni dopo aver acquistato a titolo oneroso un immobile con il beneficio, sciolga, per mutuo consenso, una precedente donazione, con la quale questi aveva donato a terzi un altro immobile, a suo tempo acquistato con l’agevolazione. 
Lo precisa l’Agenzia delle Entrate con la risposta a interpello n. 443, pubblicata ieri. 

Per comprendere meglio la fattispecie, può essere utile riassumere il caso di specie:
- nel 2005, Tizio dona ai genitori un’abitazione, acquistata con il beneficio prima casa nel 1998;
- nel 2006, Tizio acquista un nuovo immobile con l’agevolazione prima casa;
- nel 2019, Tizio intende sciogliere per mutuo dissenso l’atto di donazione del 2005 e chiede all’Agenzia se ciò comporti la

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU