X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Martedì, 22 settembre 2020 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Regole meno pesanti per la compensazione negli appalti

In Gazzetta Ufficiale la legge di conversione del DL 124/2019 che ha mitigato i limiti anche per i contratti stipulati prima del 1° gennaio 2020

/ Caterina MONTELEONE e Massimo NEGRO

Venerdì, 27 dicembre 2019

x
STAMPA

download PDF download PDF

Con la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale n. 301 del 24 dicembre della L. 19 dicembre 2019 n. 157 di conversione del DL 124/2019, si è concluso l’iter che ha portato all’introduzione dell’art. 17-bis del DLgs. 241/97 il quale, per arginare il fenomeno dell’omesso versamento delle ritenute fiscali, ha escluso la possibilità di compensazione delle ritenute relative ai redditi di lavoro dipendente e assimilati da parte di imprese appaltatrici, affidatarie e subappaltatrici che eseguono opere o servizi.

La norma originariamente contenuta nell’art. 4 del DL 124/2019 è stata integralmente riformulata a seguito delle difficoltà operative segnalate anche dalle Associazioni di categoria.

Innanzitutto, nel tentativo di limitare l’impatto della nuova norma (e degli ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU