X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Venerdì, 28 febbraio 2020 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Fino al 2014 perdite su crediti deducibili solo all’apertura della procedura concorsuale

La posizione della Cassazione contrasta con l’orientamento maggioritario in materia

/ Luca FORNERO

Giovedì, 23 gennaio 2020

Con la sentenza n. 1282, depositata ieri, la Corte di Cassazione ha sostenuto che, anteriormente al 2015, le perdite su crediti vantati verso debitori soggetti a procedura concorsuale sono deducibili esclusivamente nel periodo d’imposta di apertura della procedura.

Infatti, secondo i giudici di legittimità, interpretando l’art. 101 comma 5 del TUIR nel senso che la deduzione della perdita sarebbe possibile anche in esercizi successivi, sarebbe rimessa all’arbitrio del contribuente la scelta del periodo più vantaggioso per operare la deduzione. Verrebbe così snaturato il principio di competenza, che resta, invece, criterio inderogabile e oggettivo per la determinazione del reddito d’impresa.

La posizione espressa dalla sentenza appare opinabile: infatti, secondo l’orientamento

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU