X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Giovedì, 2 aprile 2020 - Aggiornato alle 6.00

IL PUNTO / OPERAZIONI STRAORDINARIE

Specificità procedurali per informare sulla sostenibilità di fusioni previo LBO

Disposizioni ex art. 2501-bis c.c. non disapplicabili né col consenso unanime dei soci, né col consenso di tutti i creditori sociali e degli obbligazionisti

/ Enrico ZANETTI

Martedì, 28 gennaio 2020

Le specificità procedurali, che caratterizzano una fusione a seguito di acquisizione con indebitamento, sono anzitutto rivolte a fornire una adeguata informazione in ordine alla sostenibilità dell’operazione da un punto di vista finanziario.

L’art. 2501-bis c.c. statuisce infatti che in questi casi:
- il progetto di fusione, oltre alle “ordinarie” informazioni richieste dall’art. 2501-ter c.c., deve indicare le risorse finanziarie previste per il soddisfacimento delle obbligazioni della società risultante dalla fusione;
- la Relazione accompagnatoria degli amministratori, oltre alle “ordinarie” informazioni richieste dall’art. 2501-quinquies c.c., deve indicare le ragioni che giustificano l’operazione e contenere un piano economico e finanziario ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU