X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Giovedì, 9 aprile 2020 - Aggiornato alle 12.50

IL CASO DEL GIORNO

Liti sulle quote dei commercialisti devolute al giudice tributario

/ Alfio CISSELLO

Venerdì, 28 febbraio 2020

Le liti inerenti alle quote che i professionisti devono corrispondere annualmente al proprio Ordine professionale sono, quantomeno in base all’interpretazione che ad oggi risulta prevalente, devolute alla giurisdizione tributaria (vedasi, per gli avvocati, la sentenza Cass. SS.UU. 26 gennaio 2011 n. 1782 e le più recenti pronunce della Regionale di Roma n. 403/22/17 del 9 febbraio 2017 e 3/21/15 del 5 gennaio 2015).

Tale assunto prende le mosse dal fatto che, come ben evidenziato nella sentenza n. 403/2017, “il contributo serve per le spese di funzionamento dell’ente ed è in stretta connessione con i servizi che il Consiglio gestisce per tutti gli associati”.
Di opposto parere, stranamente richiamando lo stesso principio, si è dimostrata la sentenza, sempre della Regionale ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU