X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Mercoledì, 26 febbraio 2020 - Aggiornato alle 6.00

INIZIATIVE DI CATEGORIA

Dall’ANDOC una campagna sull’abusivismo professionale

/ REDAZIONE

Venerdì, 14 febbraio 2020

Anche l’ANDOC scende in campo contro l’abusivismo professionale. Lo farà con una campagna di informazione e sensibilizzazione via social che partirà il prossimo 19 febbraio, con cui verranno illustrati agli utenti “i gravi rischi che si corrono affidandosi a un professionista non iscritto all’Albo”.

La campagna è stata promossa dall’Accademia dei dottori commercialisti della Sardegna, associazione aderente all’ANDOC, con l’obiettivo di “contrastare l’esercizio abusivo della professione, riaffermare il valore e le prerogative dei commercialisti e degli esperti contabili, tutelare i contribuenti e informarli sui rischi che corrono nel consegnare la gestione fiscale delle proprie aziende a elementi che non garantiscono alcun affidamento sotto il profilo delle conoscenze e competenze professionali”.

Tanto si legge nel comunicato stampa diffuso ieri dal sindacato guidato da Amelia Luca che, così come altri Ordini e associazioni di categoria, intende portare sotto i riflettori un fenomeno molto diffuso da combattere con “forza e determinazione”.

“Come categoria – ha spiegato Vito Meloni, Presidente dell’Accademia dei dottori commercialisti della Sardegna – siamo aggrediti da tutte le direzioni e subiamo costantemente attacchi alla nostra professionalità. Purtroppo non abbiamo mai agito in modo sistematico, non abbiamo mai raccontato la nostra professionalità e l’elevato standard che offriamo ai nostri clienti”.

Per questo, secondo il sindacato, è arrivato il momento di “re-agire: vogliamo far conoscere quale sia l’esatta valenza del commercialista – ha aggiunto Meloni – e le sue diversità rispetto a chi svolge quel tipo di attività da abusivo. Ricordo che, secondo una recente sentenza, il commercialista svolge in via esclusiva l’attività di consulenza fiscale”.

Dello stesso avviso la Presidente di ANDOC: “Tutti noi – ha sottolineato Luca – dobbiamo contribuire nel nostro piccolo ad affrontare il problema: servono costanza e pazienza, ma sono certa che potremo raggiungere un buon risultato”. La campagna che si svilupperà attraverso i canali social del sindacato punterà a “evidenziare le differenze tra legale e abusivo, tra professionisti qualificati e non: una guida importante per orientarsi nella scelta del commercialista”.

TORNA SU