X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Mercoledì, 28 luglio 2021 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Dalla Commissione Ue la sospensione dei diritti doganali per i dispositivi

Dispositivi medici e DPI sono ammessi in franchigia dai dazi all’importazione e in esenzione dall’IVA a determinate condizioni

/ Lorenzo UGOLINI

Sabato, 4 aprile 2020

x
STAMPA

download PDF download PDF

La Commissione europea, con la decisione n. 2146 di ieri, ha concesso l’importazione in franchigia da dazi e in esenzione da IVA dei dispositivi necessari a contrastare l’emergenza epidemiologica da COVID-19, per le operazioni effettuate dal 30 gennaio 2020 al 31 luglio 2020.

In particolare, l’art. 1 della decisione prevede che i dispositivi medici e i dispositivi di protezione individuale (DPI) siano ammessi in franchigia dai dazi all’importazione e in esenzione dall’IVA in presenza di determinate condizioni.
In primo luogo, possono essere importati in franchigia i prodotti distribuiti o resi disponibili gratuitamente da parte dello Stato, da enti statali, enti pubblici e altri organismi governati di diritto pubblico o da altre organizzazioni approvate dalle autorità

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU