X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Domenica, 24 ottobre 2021

CONTABILITÀ

La rivalutazione dei beni nel bilancio 2019 aumenta la solidità patrimoniale

Un comportamento prudente dovrebbe indurre a limitare la rivalutazione a un importo che consenta di raggiungere un adeguato equilibrio patrimoniale

/ Fabrizio BAVA e Alain DEVALLE

Giovedì, 7 maggio 2020

x
STAMPA

download PDF download PDF

La rivalutazione dei beni d’impresa, riproposta con la legge di bilancio 2020, consente di rivalutare nel bilancio 2019, come già nelle ultime leggi di rivalutazione monetaria, i beni immateriali e materiali (con l’eccezione dei beni merce), nonché le partecipazioni in imprese controllate e collegate classificate tra le immobilizzazioni (si veda “Nuova rivalutazione dei beni al 31 dicembre 2019” del 6 gennaio 2020).
Tralasciando le valutazioni di ordine fiscale (si ricorda la previsione di aliquote sostitutive ridotte per i beni ammortizzabili e non ammortizzabili rispettivamente al 12 e al 10%), il ricorso alla rivalutazione può essere valutato anche in considerazione dei benefici in termini di miglioramento della solidità patrimoniale.

La pubblicazione del documento ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU