X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Sabato, 15 agosto 2020 - Aggiornato alle 6.00

IL PUNTO / TUTELA DEL PATRIMONIO

Trasferimento gratuito d’azienda con disciplina di favore ai fini delle imposte sui redditi

La donazione e la successione d’azienda sono favorite da legge e prassi, soprattutto ove si assista ad un proseguimento dell’attività commerciale

/ Emanuele LO PRESTI VENTURA

Venerdì, 24 aprile 2020

x
STAMPA

download PDF download PDF

In generale, il trasferimento gratuito di un’azienda, qui assunta per ipotesi commerciale, sia esso inter vivos o mortis causa, è assistito da un trattamento di favore ai fini delle imposte sui redditi.

Sul fronte, innanzitutto, dell’imprenditore titolare del complesso, opera il criterio di neutralità fissato dall’art. 58 comma 1 secondo periodo del TUIR, a norma del quale, senza condizione alcuna, “Il trasferimento di azienda per causa di morte o per atto gratuito non costituisce realizzo di plusvalenze dell’azienda stessa”.
A ben vedere, l’operazione potrebbe aver luogo mentre la qualifica imprenditoriale del soggetto è “sospesa”, in ragione dell’affitto dell’unica azienda (ris. n. 374/2002): in tale circostanza, l’inapplicabilità

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU