X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Venerdì, 14 agosto 2020 - Aggiornato alle 6.00

ECONOMIA & SOCIETÀ

Contratto a effetti obbligatori per i ripetitori sul lastrico solare condominiale

Le Sezioni Unite individuano i criteri per distinguere diritto di superficie e diritto personale di godimento

/ Cecilia PASQUALE

Venerdì, 5 giugno 2020

x
STAMPA

download PDF download PDF

La Corte di Cassazione a Sezioni Unite, nella sentenza n. 8434 del 30 aprile 2020, è stata chiamata a decidere se il contratto di concessione in godimento di uno spazio comune del condominio (il lastrico solare, ossia il tetto) concluso da un solo condomino richieda l’approvazione da parte di tutti i proprietari.

La decisione presenta profili di interesse non solo in quanto individua il criterio per determinare il quorum necessario ad approvare l’operazione (che dipende dal fatto che si costituisca un diritto reale o un diritto personale di godimento), ma anche perché illustra alcuni strumenti negoziali idonei, a prescindere dalla natura individuale o comune della proprietà del lastrico, a realizzare la cessione del godimento di uno spazio e consentire al cessionario di installarvi

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU