X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Venerdì, 27 novembre 2020 - Aggiornato alle 6.00

IL CASO DEL GIORNO

IVA esigibile all’incasso dell’acconto anche per le agenzie di viaggio

/ Mirco GAZZERA

Lunedì, 12 ottobre 2020

x
STAMPA

download PDF download PDF

Le agenzie di viaggio sono interessate da uno speciale regime IVA (art. 74-ter del DPR 633/72) riguardante, principalmente, le operazioni effettuate per l’organizzazione di pacchetti turistici, verso il pagamento di un corrispettivo globale. Queste operazioni si considerano una prestazione di servizi unica. A tale proposito, la normativa nazionale in materia prevede, fra l’altro, una disciplina specifica per l’individuazione del momento impositivo, in base alla quale non rileva l’avvenuto pagamento di acconti.

L’art. 74-ter comma 7 del DPR 633/72 stabilisce che, per le predette operazioni effettuate dalle agenzie di viaggio, il momento impositivo è costituito:
- dal pagamento integrale del corrispettivo;
- o, se antecedente, dall’inizio del viaggio o del soggiorno, ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU