X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Martedì, 20 ottobre 2020 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Accessoria al farmaco la cessione del dispositivo di somministrazione

Il farmaco in cartucce e il dispositivo presentano uno stretto legame di connessione reciproca

/ Mirco GAZZERA

Venerdì, 4 settembre 2020

x
STAMPA

download PDF download PDF

Sussiste un rapporto di accessorietà fra la cessione di un farmaco e quella di un dispositivo che consente di iniettarlo al paziente, se la cartuccia del medicinale e il dispositivo non possono essere utilizzati l’uno senza l’altro. Di conseguenza, la cessione gratuita del dispositivo deve essere valorizzata al prezzo di acquisto applicando la stessa aliquota IVA prevista per la vendita del farmaco. Si tratta dei principali chiarimenti forniti dall’Agenzia delle Entrate con la risposta a interpello n. 306 pubblicata ieri, 3 settembre 2020.

Il caso esaminato riguarda una società che distribuisce in Italia un determinato farmaco e intende proporre una nuova formulazione che consentirebbe, fra l’altro, di ridurre l’ansia del paziente dovuta alla visualizzazione dell’ago. ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU