X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Martedì, 24 novembre 2020 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Per gli scambi di azioni qualificate la conferitaria deve essere unipersonale

Non si può ragionare in termini di entità della partecipazione acquisita complessivamente dalla società conferitaria con più conferimenti congiunti

/ Enrico ZANETTI

Martedì, 20 ottobre 2020

x
STAMPA

download PDF download PDF

Il regime fiscale di realizzo controllato, di cui al comma 2-bis dell’art. 177 del TUIR, può trovare applicazione solo con riguardo a singoli conferimenti che abbiano per oggetto partecipazioni con i requisiti di “qualificazione” richiesti dalla norma a favore di società che, post conferimento, risultino interamente partecipate dal singolo conferente.
Dopo aver già espresso questi principi in occasione della risposta a interpello del 4 settembre 2020 n. 309, l’Agenzia delle Entrate li ribadisce nella risposta n. 483 diffusa ieri.

Questa volta, il caso sottoposto all’Agenzia delle Entrate riguarda una società holding partecipata da due coppie di padri e figli, ciascuna coppia con un 50% suddiviso tra un 2% al padre e un 48% al figlio.
La finalità degli istanti è quella ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU