X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Venerdì, 15 gennaio 2021 - Aggiornato alle 6.00

IMPRESA

Attestazione della liquidità del patrimonio minimo per il RUNTS non agevole

L’incombenza è richiesta al revisore dal nuovo art. 16 del decreto istitutivo del Registro

/ Luciano DE ANGELIS

Sabato, 28 novembre 2020

x
STAMPA

download PDF download PDF

In sede di acquisizione della personalità giuridica sia gli enti attualmente operanti come non riconosciuti ai sensi del libro primo c.c. che quelli di nuova costituzione che vogliano iscriversi al RUNTS utilizzando il c.d. sistema normativo, dovranno attestare la sussistenza del patrimonio minimo.

Tale patrimonio, ai sensi dell’art. 22, comma 4 del DLgs. 117/2017 (CTS) sarà pari a 15.000 euro per le associazioni riconosciute e a 30.000 euro per le fondazioni.

In merito alla sussistenza di tale patrimonio non vi saranno particolari problemi qualora lo stesso sarà apportato in denaro. In questi casi, infatti l’art. 16 del DM 106/2020 prevede che tale disponibilità dovrà risultare da apposita certificazione bancaria, o da deposito della somma su un conto corrente intestato al notaio,

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU