X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Venerdì, 26 febbraio 2021 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Imposta italiana sui servizi digitali in dirittura d’arrivo

Scadenza di versamento dell’imposta dovuta sui ricavi 2020 prevista per il 16 febbraio; relativa dichiarazione annuale da presentare entro il 31 marzo

/ Enrico ZANETTI

Martedì, 29 dicembre 2020

x
STAMPA

download PDF download PDF

Scade il 31 dicembre 2020 la pubblica consultazione sullo schema di provvedimento dell’Agenzia delle Entrate, con il quale verrà completata la disciplina dell’imposta sui servizi digitali, introdotta dall’art. 1 commi 35-50 della L. 145/2018 (come modificato dall’art. 1 comma 68 della L. 160/2019) e in vigore già per il 2020.
L’imposta si applica nella misura del 3% sui ricavi derivanti da servizi digitali effettuati a favore di utenti localizzati in Italia, con l’esclusione di quelli resi “infra-gruppo”.

I soggetti passivi tenuti al pagamento dell’imposta sono le imprese o i gruppi di imprese che sviluppano un volume complessivo di ricavi non inferiore a 750 milioni di euro, di cui almeno 5,5 milioni derivanti da servizi digitali a favore

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU