X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Venerdì, 30 luglio 2021 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Accertamento con doppia motivazione per relationem a rischio

Gli atti non erano neppure in possesso dello stesso Ufficio

/ Francesco BRANDI

Sabato, 20 febbraio 2021

x
STAMPA

download PDF download PDF

È illegittimo e va annullato l’avviso di accertamento quando l’amministrazione finanziaria non allega gli atti dell’indagine penale cui si fa riferimento, atti che il contribuente è stato in grado di conoscere solo dopo l’emissione e la notifica dell’avviso di accertamento.
È quanto affermato dalla Corte di Cassazione che, con la sentenza n. 2222 del 2 febbraio 2021, ha accolto il ricorso di un imprenditore annullando l’avviso di accertamento con cui gli era stato contestato di aver prodotto ricavi in nero derivanti da sottrazione fraudolenta di prodotti petroliferi.

Col proprio ricorso in Cassazione il contribuente denunciava violazione dell’art. 7 della L. 212/2000 e dell’art. 42 del DPR 600/73 in quanto all’avviso di accertamento non erano ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU