X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Sabato, 6 marzo 2021 - Aggiornato alle 6.00

NOTIZIE IN BREVE

Innalzate le percentuali di compensazione IVA per il legno

/ REDAZIONE

Mercoledì, 24 febbraio 2021

x
STAMPA

Sulla G.U. n. 45 di ieri, 23 febbraio 2021, è stato pubblicato il decreto del Ministero dell’Economia e delle finanze, rettificativo del precedete DM 27 agosto 2019, con il quale è previsto un ulteriore innalzamento delle percentuali di compensazione IVA applicabili dai produttori agricoli alle cessioni di legno e legna da ardere.

Le percentuali di compensazione sono disciplinate dall’art. 34 del DPR 633/72 e consentono ai produttori agricoli che si avvalgono del regime IVA speciale ad essi riservato di determinare in modo forfetario l’ammontare della detrazione IVA spettante in relazione alle cessioni di prodotti agricoli e ittici di cui alla Tabella A Parte I citata, compreso il legno.

In particolare, con il decreto ministeriale in argomento, viene previsto l’aumento al 6,4% per le percentuali applicabili ai prodotti di cui ai nn. 43 e 45 della Tabella A, parte I, allegata al DPR 633/72, vale a dire, rispettivamente:
- legna da ardere in tondelli, ceppi, ramaglie o fascine, nonché cascami di legno, compresa la segatura;
- legno semplicemente squadrato, escluso il legno tropicale.
Il decreto è stato emanato in attuazione dell’art. 1 comma 662 della L. 145/2018 e le relative disposizioni hanno effetto dal 1° gennaio 2020.

TORNA SU