X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Mercoledì, 27 ottobre 2021 - Aggiornato alle 6.00

LAVORO & PREVIDENZA

La proroga emergenziale del contratto a tempo determinato opera solo una volta

Il Ministero del Lavoro fornisce un chiarimento di rilievo in merito alla disciplina derogatoria COVID-19

/ Mario PAGANO

Lunedì, 8 marzo 2021

x
STAMPA

download PDF download PDF

Con l’interpello n. 2/2021, il Ministero del Lavoro ha principalmente confermato l’applicabilità, anche ai contratti di somministrazione a termine, della disciplina emergenziale COVID-19 in materia di contratto a tempo determinato, prevista dall’art. 93 del DL 34/2020. Ciò in virtù del richiamo alle regole generali, previste per il tempo determinato, contenuto nell’art. 34 comma 2 del DLgs. 81/2015, che esclude unicamente l’operatività degli art. 21 comma 2, 23 e 24 del medesimo decreto.
Tuttavia, tra le righe dell’interpello in questione è possibile cogliere una serie di rilevanti indicazioni operative, utili anche alla gestione degli ordinari contratti a termine e per comprendere la diversa incidenza, sul citato art. 93, delle modifiche a esso apportate

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU