X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Mercoledì, 28 luglio 2021 - Aggiornato alle 6.00

IL CASO DEL GIORNO

Indennità di trasferta soggetta all’obbligo di tracciabilità

/ Elisa TOMBARI

Sabato, 8 maggio 2021

x
STAMPA

download PDF download PDF

L’obbligo di corrispondere ai lavoratori la retribuzione ed ogni suo anticipo utilizzando specifici strumenti tracciabili è stato introdotto dall’art. 1, comma 910 della L. 205/2017 a partire dal 1° luglio 2018. Nel corso degli anni, tale obbligo è stato oggetto di progressivi interventi di prassi da parte dell’Ispettorato nazionale del Lavoro (INL), volti a delinearne con precisione l’ambito di applicazione e l’impianto sanzionatorio.

La piena tracciabilità, ai sensi del comma 910, lett. a)-d), è garantita dai seguenti strumenti tracciabili:
- bonifico su conto identificato dal codice IBAN indicato dal lavoratore;
- strumenti di pagamento elettronico;
- pagamento in contanti presso lo sportello bancario o postale dove il datore di lavoro abbia aperto un conto corrente ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU