ACCEDI
Sabato, 20 aprile 2024 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Censurabili vizi di merito per cartelle di pagamento da liquidazione automatica

Tali cartelle sono definibili ex art. 6 del DL 119/2018 ed è possibile emendare errori dichiarativi in giudizio

/ Michele IAVAGNILIO

Martedì, 6 luglio 2021

x
STAMPA

download PDF download PDF

La sentenza n. 18298/2021 della Cassazione a Sezioni Unite ha finalmente chiarito che le liti riguardanti le cartelle di pagamento sono, in principio, definibili ai sensi dell’art. 6 del DL 119/2018.
È bene evidenziare che il requisito oggettivo per l’accesso alla definizione è stabilito al primo comma della disposizione sopra citata, che stabilisce quanto segue: “Le controversie attribuite alla giurisdizione tributaria in cui è parte l’Agenzia delle entrate, aventi ad oggetto atti impositivi, pendenti in ogni stato e grado del giudizio, compreso quello in Cassazione e anche a seguito di rinvio, possono essere definite, a domanda del soggetto che ha proposto l’atto introduttivo del giudizio o di chi vi è subentrato o ne ha la legittimazione (…)”.

Il punto nodale ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI
ACCEDI

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU