X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Domenica, 24 ottobre 2021

PROFESSIONI

Le elezioni locali si terranno quasi ovunque in presenza

La maggior parte degli Ordini ha scelto la modalità di voto classica. Milano, Firenze e Tivoli tra gli ODCEC «innovativi»

/ Savino GALLO

Martedì, 6 luglio 2021

x
STAMPA

download PDF download PDF

L’annunciata rivoluzione prodotta dall’introduzione del voto elettronico potrebbe rimanere solo sulla carta. Sembrerebbero, infatti, pochissimi gli Ordini territoriali che, in vista delle elezioni che si terranno i prossimi 11 e 12 ottobre, hanno scelto di far votare attraverso questa modalità.

La maggior parte continuerà ad adottare il voto in presenza e la motivazione principale sta nella volontà di vivere quello che è anche “un importante momento di confronto tra colleghi, a maggior ragione dopo un anno e mezzo di pandemia, che ha costretto tutti a limitare ogni tipo di incontro”. Queste le parole di Fabrizio Escheri, Presidente dell’Ordine di Palermo, a cui fanno eco quelle di Stefano Poeta, Presidente dell’ODCEC di Reggio Calabria (“Io trasferisco ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU