X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Mercoledì, 20 ottobre 2021 - Aggiornato alle 6.00

IMPRESA

Revisore assente nella nuova composizione negoziata della crisi

Il DL 118/2021 introduce stringenti obblighi in capo agli organi di controllo, ma non disciplina il ruolo del revisore

/ Alessandro BAUDINO, Roberto FRASCINELLI e Paolo VERNERO

Giovedì, 9 settembre 2021

x
STAMPA

download PDF download PDF

La separazione tra controllo sull’amministrazione e controllo sulla contabilità e sul bilancio assume rilevanza centrale in relazione al problema della rilevazione tempestiva dei segnali di crisi e dei fattori di rischio che possono incidere sulla continuità aziendale.

Al revisore compete l’obbligo di monitorare costantemente la continuità aziendale e di segnalare alla direzione i fattori di rischio che possono portare a una sua compromissione (cfr. il principio di revisione 570, che, in virtù del richiamo previsto dall’art. 11 del DLgs. 39/2010, assume forza di legge). All’organo di controllo, nell’ambito dei doveri di vigilanza di cui all’art. 2403 c.c., come integrati dalle Norme di comportamento elaborate dal CNDCEC, compete invece l’obbligo di vigilare ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU