X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Domenica, 28 novembre 2021

IMPRESA

Delibera inesistente se chi decide non è socio

Impossibile, anche in esito alla riforma, ricondurre il caso alle ipotesi di nullità o di annullabilità

/ Maurizio MEOLI

Mercoledì, 6 ottobre 2021

x
STAMPA

download PDF download PDF

È inesistente la delibera assembleare di società di capitali assunta con la sola partecipazione di soggetti privi della qualità di socio della stessa.
È questo il principio di diritto affermato dalla Cassazione nella sentenza n. 26199/2021.

Si ricorda che, anteriormente alla riforma del diritto societario – pur in assenza di uno specifico fondamento normativo nel contesto della disciplina dell’invalidità delle delibere assembleari – si faceva riferimento all’inesistenza della delibera assembleare ove l’incompletezza della fattispecie risultasse così grave da escluderne la riconducibilità a un determinato tipo legale. Perché una norma giuridica non può sanzionare direttamente l’inesistenza, in quanto la norma, per essere applicabile, presuppone che una fattispecie esista ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU