X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Domenica, 28 novembre 2021

FISCO

Niente favor rei per la violazione dell’obbligo di tracciabilità delle ASD

Secondo la Cassazione scatta la decadenza per le violazioni ante DLgs. 158/2015 poiché la misura non assume natura sanzionatoria

/ Paola RIVETTI

Sabato, 2 ottobre 2021

x
STAMPA

download PDF download PDF

La violazione dell’obbligo di tracciabilità dei pagamenti per gli enti sportivi dilettantistici, commessa anteriormente alle modifiche apportate dal DLgs. 158/2015, determina la decadenza dal regime agevolato di cui alla L. 398/91 non trovando applicazione il principio del favor rei. In questo senso si è pronunciata la Cassazione con l’ordinanza n. 26516 dello scorso 30 settembre.

L’art. 25 comma 5 primo periodo della L. n. 133/99 dispone che i pagamenti a favore di società, enti o associazioni sportive dilettantistiche e i versamenti da questi effettuati devono essere eseguiti, se di importo superiore a 1.000 euro:
- tramite conti correnti bancari o postali a loro intestati;
- ovvero secondo altre modalità idonee a consentire all’Amministrazione finanziaria lo svolgimento

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU