X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Martedì, 30 novembre 2021 - Aggiornato alle 6.00

IL CASO DEL GIORNO

Rilevanza fiscale delle indennità risarcitorie secondo la causa del danno

/ Massimo NEGRO

Mercoledì, 20 ottobre 2021

x
STAMPA

download PDF download PDF

Nell’ambito della redazione della dichiarazione dei redditi, profili di incertezza possono riguardare l’imponibilità o meno e le modalità dell’eventuale tassazione delle c.d. “indennità risarcitorie”.

Al riguardo, l’art. 6 comma 2 del TUIR dispone che: “I proventi conseguiti in sostituzione di redditi, anche per effetto di cessione dei relativi crediti, e le indennità conseguite, anche in forma assicurativa, a titolo di risarcimento di danni consistenti nella perdita di redditi, esclusi quelli dipendenti da invalidità permanente o da morte, costituiscono redditi della stessa categoria di quelli sostituiti o perduti”.

La rilevanza fiscale delle predette indennità risulta, pertanto, condizionata alla causa del danno che le stesse mirano a risarcire. ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU