X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Martedì, 30 novembre 2021 - Aggiornato alle 6.00

IL PUNTO / FISCALITÀ INTERNAZIONALE

Dividendi all’usufruttuario non residente con dubbi sul regime madre-figlia

Sul punto, la Corte di Giustizia europea ha però espresso una posizione di sostanziale chiusura

/ Paolo ARGINELLI e Mario TENORE

Mercoledì, 20 ottobre 2021

x
STAMPA

download PDF download PDF

La risposta a interpello dell’Agenzia delle Entrate n. 679, pubblicata lo scorso 7 ottobre 2021, ha analizzato il regime di imponibilità applicabile alle distribuzioni di riserve di utili in favore dell’usufruttuario. Tale risposta, sebbene si esprima sul regime di tassazione dei dividendi percepiti da persone fisiche residenti, offre comunque lo spunto per alcune riflessioni con riferimento al regime unionale di tassazione dei dividendi intersocietari previsto dalla direttiva 2011/96/Ue, recepita all’art. 27-bis comma 1 del DPR 600/73.

Si ricorda che tra i requisiti richiesti per fruire del predetto regime è previsto che la società madre detenga “una partecipazione diretta non inferiore al 20 per cento del capitale [10% dal 1° gennaio 2009 ai sensi dell’art. 2 ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU