X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Martedì, 30 novembre 2021 - Aggiornato alle 6.00

LAVORO & PREVIDENZA

Previdenza con accesso invariato per i britannici residenti in Italia entro il 2020

Ai fini della fruizione delle prestazioni assistenziali non devono costituire un nuovo status di soggiorno

/ Luca MAMONE

Mercoledì, 20 ottobre 2021

x
STAMPA

download PDF download PDF

I cittadini del Regno Unito residenti in Italia entro il 31 dicembre 2020 si considerano equiparati ai cittadini dell’Unione europea, mantengono i diritti connessi al soggiorno legale nel nostro Paese anche per il periodo successivo a tale data e ai fini dell’accesso e fruizione delle prestazioni assistenziali non devono costituire un nuovo status di soggiorno.

Questo è quanto ha precisato l’INPS con la recente circ. n. 154/2021, con cui sono state fornite alcune istruzioni per il riconoscimento del diritto alle prestazioni assistenziali, a sostegno della famiglia, di inclusione sociale e di invalidità civile – che prevedono il requisito della residenza in Italia del titolare – ai cittadini britannici residenti nel nostro Paese, in applicazione delle vigenti disposizioni contenute ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU