Chiudi senza accettare

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili ad avere un'esperienza di navigazione migliorata e funzionale al tipo di dispositivo utilizzato, secondo le finalità illustrate nella Cookie Policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, puoi farlo in qualsiasi momento selezionando Gestisci le preferenze.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Domenica, 26 giugno 2022

FISCO

Il divieto di impugnare il ruolo non notificato aumenta le liti sui pignoramenti

Se non si può impugnare spesso giungerà direttamente il pignoramento

/ Dario AUGELLO

Venerdì, 17 dicembre 2021

x
STAMPA

download PDF download PDF

Con la conversione del DL 146/2021 è stata confermata anche la norma, molto criticata, che prevede limiti alla proposizione del ricorso avverso il ruolo e la cartella di pagamento (art. 3-bis).

Secondo questa norma, se il contribuente viene a conoscenza di iscrizioni a ruolo a suo carico, senza aver ricevuto la cartella di pagamento, non può impugnare ruolo e cartella di pagamento contestando la notificazione (si veda “Compressa la tutela del contribuente se la cartella non è notificata” del 2 dicembre 2021).

Tuttavia il divieto non si applica, se il contribuente è in grado di dimostrare che dall’iscrizione a ruolo può derivare un pregiudizio per la partecipazione a gare d’appalto, per il blocco dei pagamenti da parte della Pubblica Amministrazione, nonché in generale

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU