X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Sabato, 22 gennaio 2022 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Il divieto di impugnare il ruolo non notificato aumenta le liti sui pignoramenti

Se non si può impugnare spesso giungerà direttamente il pignoramento

/ Dario AUGELLO

Venerdì, 17 dicembre 2021

x
STAMPA

download PDF download PDF

Con la conversione del DL 146/2021 è stata confermata anche la norma, molto criticata, che prevede limiti alla proposizione del ricorso avverso il ruolo e la cartella di pagamento (art. 3-bis).

Secondo questa norma, se il contribuente viene a conoscenza di iscrizioni a ruolo a suo carico, senza aver ricevuto la cartella di pagamento, non può impugnare ruolo e cartella di pagamento contestando la notificazione (si veda “Compressa la tutela del contribuente se la cartella non è notificata” del 2 dicembre 2021).

Tuttavia il divieto non si applica, se il contribuente è in grado di dimostrare che dall’iscrizione a ruolo può derivare un pregiudizio per la partecipazione a gare d’appalto, per il blocco dei pagamenti da parte della Pubblica Amministrazione, nonché in generale

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU