Chiudi senza accettare

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili ad avere un'esperienza di navigazione migliorata e funzionale al tipo di dispositivo utilizzato, secondo le finalità illustrate nella Cookie Policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, puoi farlo in qualsiasi momento selezionando Gestisci le preferenze.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Mercoledì, 17 agosto 2022 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Dichiarazione sostitutiva ammessa per provare il bonus per la ricerca scientifica

La C.T. Prov. Macerata ha dichiarato illegittimo l’avviso di recupero del credito d’imposta

/ Caterina MONTELEONE

Lunedì, 13 giugno 2022

x
STAMPA

download PDF download PDF

Con la sentenza 12 gennaio 2022 n. 1/1/22, la C.T. Prov. Macerata ha accolto il ricorso presentato dal contribuente e dichiarato illegittimo l’avviso di recupero del credito d’imposta emesso per accertare l’inesistenza del credito di ricerca e sviluppo previsto dall’art. 1 del DL 70/2011, con conseguente irrogazione della sanzione per credito inesistente ex art. 13 comma 5 del DLgs. 471/97.
Inoltre, contrariamente a quanto accertato dall’Ufficio, è stato riconosciuto che l’attività di ricerca e sviluppo avesse i requisiti per essere definita attività di ricerca scientifica essendo “creativa; incerta; sistematica; trasferibile e/o riproducibile” e che fosse stata realmente svolta in base alla documentazione prodotta dalla ricorrente e alle dichiarazioni

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU