Chiudi senza accettare

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili ad avere un'esperienza di navigazione migliorata e funzionale al tipo di dispositivo utilizzato, secondo le finalità illustrate nella Cookie Policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, puoi farlo in qualsiasi momento selezionando Gestisci le preferenze.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Giovedì, 11 agosto 2022 - Aggiornato alle 6.00

IMPRESA

Sospensione e cancellazione dall’albo dei gestori della crisi d’ufficio e volontarie

Quarta revoca dall’incarico e omesso versamento del contributo sono cause di cancellazione

/ Antonio NICOTRA e Marco PEZZETTA

Sabato, 25 giugno 2022

x
STAMPA

download PDF download PDF

Il Regolamento sul funzionamento dell’albo dei gestori della crisi, introdotto con il DM 3 marzo 2022 n. 75 in attuazione dell’art. 357 del DLgs. 14/2019 e in vigore dal 6 luglio 2022, contempla, tra le altre novità, un procedimento di sospensione e cancellazione “d’ufficio” e uno volontario, su istanza dell’iscritto.
La cancellazione “d’ufficio ricorre in 4 ipotesi: in primo luogo, opera quando l’iscritto non abbia regolarizzato la propria posizione entro precisi termini; se il responsabile dell’albo accerta l’insussistenza o il venir meno per l’iscritto dei requisiti di cui all’art. 356 comma 2 del DLgs. 14/2019, glie ne dà comunicazione, assegnandogli un termine non superiore a 6 mesi per provvedervi (sempre

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU