ACCEDI
Martedì, 25 giugno 2024 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Enti sportivi dilettantistici con molte incognite sul costo del lavoro

L’attuale quadro politico istituzionale rende incerto l’iter dello schema di decreto correttivo

/ Federico MOINE e Francesco NAPOLITANO

Lunedì, 5 settembre 2022

x
STAMPA

download PDF download PDF

Dopo oltre un anno e mezzo dall’approvazione del decreto legislativo 28 febbraio 2021, n. 36, contenente – tra le altre – le disposizioni di riforma del lavoro sportivo con decorrenza dal 1° gennaio 2023, le associazioni e le società sportive dilettantistiche si trovano ancora una volta in una situazione di profonda incertezza in merito alle modalità di inquadramento dei propri addetti, siano essi lavoratori, collaboratori o volontari.

Il 7 luglio 2022, infatti, il Consiglio dei Ministri ha approvato uno schema di decreto legislativo con disposizioni profondamente innovatrici del contenuto del DLgs. 36/2021, la maggior parte delle quali riguardanti proprio l’inquadramento dei lavoratori sportivi.

Tenuto conto del quadro politico nazionale e delle imminenti elezioni politiche, è difficile ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI
ACCEDI

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU