Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Domenica, 27 novembre 2022

LETTERE

I tempi di verifica creano problemi alle imprese cedenti bonus edilizi alle banche

Venerdì, 28 ottobre 2022

x
STAMPA

Gentile Redazione,
sono un commercialista di Firenze e volevo evidenziare una situazione che potrebbe comportare problemi finanziari alle imprese coinvolte nella cessione dei crediti da bonus edilizi alle banche.

Purtroppo conosciamo bene (per chi ha seguito una qualsiasi istruttoria operata dagli istituti di credito) le tempistiche davvero lunghe ed estenuanti delle verifiche effettuate dalle principali società di revisione incaricate dagli istituti di credito per l’esame (legittimo) della bontà dei crediti oggetto di cessione. Tuttavia l’approssimarsi del 31 dicembre 2022 potrebbe diventare un problema davvero grave per le imprese cedenti (che hanno ricevuto ad esempio i crediti per spese effettuate nel 2021 operando uno sconto in fattura).

I principali istituti di credito infatti prima di iniziare l’istruttoria chiedono alle imprese cedenti di comunicare l’avvenuta cessione del credito mediante lo specifico modello dell’Agenzia Entrate (con visto di conformità del commercialista). A questo punto il credito oggetto di cessione entra in un “limbo” fino all’accettazione o al rifiuto dello stesso da parte della banca cessionaria.

Mi è capitato che la banca cessionaria durante l’istruttoria abbia comunicato di non voler più acquistare la prima rata del credito (utilizzabile fino al 31 dicembre 2022), ma il formale rifiuto di tale credito sulla piattaforma ancora non è avvenuto (in quanto avverrà a verifica ultimata da parte della società di revisione). Se nel frattempo arriverà il 31 dicembre 2022 vi è al momento un’unica certezza: la quota di credito relativa al 2022 sarà irrimediabilmente persa per l’impresa cedente.

Credo che una soluzione debba essere trovata e spero che il nuovo Governo concederà una legittima proroga per queste situazioni davvero grottesche e paradossali.


Claudio Ceccanti
Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Firenze

TORNA SU