ACCEDI
Mercoledì, 24 luglio 2024 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Cessione di credito nel factoring con imposta di registro fissa

Opera l’alternatività IVA-registro anche se l’IVA non è corrisposta perché l’operazione è esente

/ Anita MAURO

Giovedì, 9 marzo 2023

x
STAMPA

download PDF download PDF

Con la sentenza n. 2592, depositata il 27 gennaio scorso, la Cassazione ha affermato che la cessione di crediti operata nel contesto di un’operazione di factoring integra i caratteri dell’“operazione finanziaria”, ai fini IVA, con conseguente applicazione dell’imposta di registro fissa per effetto del principio di alternatività IVA-registro.

Il caso di specie riguardava la tassazione degli atti con cui una banca aveva ceduto (retrocesso) a un’altra società i crediti (non incassati) che quest’ultima aveva a suo tempo ceduto pro solvendo ad Alfa Factoring spa in esecuzione di contratto di factoring e da quest’ultima pervenuti, per effetto di operazioni straordinarie infragruppo, alla ricorrente.
L’Agenzia delle Entrate, infatti, richiedeva l’imposta ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI
ACCEDI

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU