ACCEDI
Giovedì, 13 giugno 2024 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Entro fine mese la definizione degli atti definitivi dal 2 gennaio al 15 febbraio

Il beneficio consiste nella riduzione delle sanzioni a 1/18

/ Alfio CISSELLO

Giovedì, 20 aprile 2023

x
STAMPA

download PDF download PDF

L’art. 17 del DL 34/2023 ha sancito che gli avvisi divenuti definitivi dal 2 gennaio 2023 al 15 febbraio 2023 sono definibili mediante la c.d. acquiescenza rinforzata (art. 1 commi 180 e 181 della L. 197/2022) entro il termine perentorio del 30 aprile 2023 (si fa riferimento ai trenta giorni dall’entrata in vigore del DL 34/2023, quindi dal 31 marzo 2023).
Per effetto dell’art. 1 comma 180 della L. 197/2022, gli atti suscettibili di essere definiti in acquiescenza ex art. 15 del DLgs. 218/97 non impugnati e ancora impugnabili al 1° gennaio 2023, e quelli notificati sino al 31 marzo 2023, possono essere definiti con riduzione a 1/18 delle sanzioni irrogate.

Si tratta di una sorta di acquiescenza rinforzata, che si differenzia rispetto alla ordinaria in quanto le sanzioni sono ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI
ACCEDI

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU