ACCEDI
Domenica, 16 giugno 2024

IMPRESA

Il cessionario d’azienda non è tenuto a rispondere dei debiti pregressi

Pur in assenza di procedure competitive vale la deroga ex art. 2560 c.c.

/ Francesco DIANA

Venerdì, 9 giugno 2023

x
STAMPA

download PDF download PDF

Con la sentenza n. 16311 depositata ieri, la Cassazione è intervenuta sul tema della responsabilità per i debiti pregressi afferenti all’azienda trasferita nell’ambito di una procedura concorsuale, escludendo che il cessionario sia tenuto a risponderne, in deroga all’art. 2560 comma 2 c.c. e salva diversa pattuizione tra le parti.
Tale deroga, peraltro, prescinde dalla modalità con cui è stata realizzata la cessione: non rileva, infatti, che la vendita segua l’esperimento di una procedura competitiva ovvero sia stata realizzata a seguito di un accordo transattivo stipulato con la curatela, previo parere favorevole del comitato dei creditori e del giudice delegato.

Nel caso di specie, la pronuncia muove dall’opposizione del creditore del fallito che, in forza di decreto ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI
ACCEDI

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU