ACCEDI
Giovedì, 13 giugno 2024 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Scade domani la rivalutazione delle partecipazioni e dei terreni

La Cassazione non riconosce il diritto del donatario di recuperare in sede di successiva rivalutazione l’imposta versata dal donante

/ Salvatore SANNA

Martedì, 14 novembre 2023

x
STAMPA

download PDF download PDF

In un calendario fitto di scadenze e adempimenti per i commercialisti, domani, 15 novembre, scade il termine per il versamento dell’imposta sostitutiva del 16% per optare per la c.d. “rideterminazione del costo fiscale dei terreni e delle partecipazioni” possedute al 1° gennaio 2023 (artt. 5 e 7 della L. 448/2001).

Si tratta dell’ormai familiare regime che consente di affrancare eventuali plusvalenze latenti su partecipazioni e sui terreni ed è riservato ai soggetti che effettuano operazioni suscettibili di generare redditi diversi di cui all’art. 67 comma 1 dalla lett. a) alla lett. c-bis) del TUIR.

Di particolare interesse è il caso del soggetto che intende aderire al regime per una partecipazione ricevuta per donazione e già rivalutata dal donante. Con la donazione, ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI
ACCEDI

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU