ACCEDI
Martedì, 25 giugno 2024 - Aggiornato alle 6.00

LAVORO & PREVIDENZA

Nuove misure di contrasto all’evasione nel lavoro domestico

È prevista l’interoperabilità delle banche dati dell’Agenzia delle Entrate e dell’INPS

/ Giulia CAPRA QUARELLI

Sabato, 6 gennaio 2024

x
STAMPA

download PDF download PDF

La legge di bilancio 2024 (L. 213/2023), all’art. 1 comma 60 ss., introduce misure volte a contrastare l’evasione fiscale e contributiva nel settore del lavoro domestico.

Va innanzitutto ricordato che per lavoro domestico si intende, tradizionalmente, l’opera svolta da un soggetto esclusivamente per le necessità della vita familiare del datore di lavoro.
Trattandosi di una peculiare forma di rapporto di lavoro subordinato, sia per via del particolare vincolo fiduciario sussistente tra le parti, sia in ragione della natura della prestazione lavorativa, è prevista una disciplina parzialmente derogatoria rispetto a quella propria del contratto di lavoro c.d. comune.

In particolare, si sottolinea che, ai sensi del relativo CCNL di settore, occorre distinguere tra il rapporto di lavoro ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI
ACCEDI

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU