ACCEDI
Mercoledì, 17 aprile 2024 - Aggiornato alle 6.00

IL CASO DEL GIORNO

Possibile condanna del Ministero alla pubblicazione della sentenza

/ Francesco DIANA

Mercoledì, 28 febbraio 2024

x
STAMPA

download PDF download PDF

Il debitore che non supera i limiti dimensionali previsti per l’impresa minore (art. 2 comma 1 lett. d) del DLgs. 14/2019) e, congiuntamente, versa in uno stato di sovraindebitamento (art. 2 comma 1 lett. c) del DLgs. 14/2019) può richiedere, mediante ricorso, l’apertura della procedura di liquidazione controllata, ai sensi dell’art. 268 comma 1 del DLgs. 14/2019.
In tal caso, trattandosi di un atto volontario del debitore questi può rinunciarvi fino all’apertura della procedura, con la conseguenza che il giudice non potrà fare altrimenti che dichiararne l’improcedibilità (Trib. Santa Maria Capua Vetere 5 giugno 2023).

La sussistenza di uno stato di crisi ovvero di insolvenza rappresenta il presupposto oggettivo indefettibile per l’accesso alla procedura, a ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI
ACCEDI

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU