ACCEDI
Martedì, 28 maggio 2024 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Attività di mero coordinamento del general contractor senza superbonus

Le società possono beneficiare dell’agevolazione soltanto per gli interventi sulle parti comuni condominiali

/ Enrico ZANETTI e Arianna ZENI

Mercoledì, 10 aprile 2024

x
STAMPA

download PDF download PDF

Il superbonus compete anche a una società che detiene un’unità immobiliare a uso ufficio per gli interventi “trainanti” sulle parti comuni del condominio a prevalenza residenziale.
I costi non “direttamente” imputabili alla realizzazione dell’intervento agevolato, così come il margine funzionale alla remunerazione dell’attività posta in essere dal general contractor, non beneficiano della detrazione.

È quanto viene in sostanza ribadito da un’inedita risposta a interpello della DRE Lombardia n. 904-1140/2022.
La fattispecie esaminata dagli uffici territoriali dell’Agenzia delle Entrate riguarda una unità immobiliare a uso ufficio, accatastata in A/10, detenuta in forma di un contratto di locazione finanziaria da una società che fa parte di un

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI
ACCEDI

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU