ACCEDI
Martedì, 25 giugno 2024 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Recapture anche con delocalizzazione solo parziale delle attività impatriate

Il depotenziamento o cessazione dell’attività non dovrebbero comportare la decadenza dall’agevolazione

/ Sara BERNARDI

Mercoledì, 10 aprile 2024

x
STAMPA

download PDF download PDF

La circolare Assonime n. 4/2024 ha fornito alcuni importanti chiarimenti relativamente al meccanismo di recapture dell’agevolazione per le attività economiche “impatriate” (reshoring) di cui all’art. 6 del DLgs. 209/2023. La norma – che consiste (in sintesi) nella detassazione del 50% del reddito relativo alle attività economiche precedentemente svolte in un Paese extra-Ue e trasferite in Italia – dispone la decadenza e il recupero dell’agevolazione in caso di delocalizzazione delle attività oggetto di rimpatrio (c.d. offshoring).

L’agevolazione, nello specifico, viene meno nel caso in cui il beneficiario trasferisca al di fuori del territorio dello Stato, anche parzialmente, le attività precedentemente impatriate nei cinque periodi d’imposta successivi ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI
ACCEDI

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU