ACCEDI
Venerdì, 19 luglio 2024 - Aggiornato alle 6.00

IL CASO DEL GIORNO

Aliquota IVA prima casa possibile anche solo per l’usufruttuario

/ Emanuele GRECO e Anita MAURO

Venerdì, 31 maggio 2024

x
STAMPA

download PDF download PDF

Un’impresa di costruzione, nell’ambito della sua successiva attività di rivendita degli immobili edificati, può trovarsi di fronte alla richiesta di due cessionari che intendono acquisire rispettivamente l’usufrutto e la nuda proprietà sul bene.

Ciò può accadere, tipicamente, nella compravendita di un fabbricato a destinazione abitativa non “di lusso” (diversa da A/1, A/8 e A/9), in cui il genitore intenda acquistare il diritto di usufrutto sull’immobile e il figlio la nuda proprietà.

Un tema sul quale interrogarsi è l’individuazione della corretta aliquota IVA applicabile, nel caso in cui la cessione – da parte dell’impresa di costruzione – avvenga entro 5 anni dall’ultimazione dei lavori e, dunque, per effetto dell’art. 10 comma 1 ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI
ACCEDI

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU